Mindful eating

  • Quante volte finiamo il pasto e non ci rendiamo quasi conto di averlo fatto?
  • Sto gustando veramente quello che sto mangiando?
  • Sto mangiando perché sono affamato? ma cosa vuol dire avere fame?

Queste sono domande fondamentali all’interno di un percorso alimentare.  Molte persone utilizzano il cibo per gestire le proprie emozioni, abitudine che,  unita ad una disregolazione della percezione dei segnali di fame e sazietà, porta a un’alimentazione abbondante e a volte  incontrollata (fame nervosa). In questi casi gli schemi e programmi  alimentari servono a poco, aumentando invece  il senso di inadeguatezza e di frustrazione.

La Mindful Eating , cioè il mangiare in modo consapevole,  è un approccio che può aiutare a portare la piena attenzione all’atto del mangiare – a tutti i sapori, odori, pensieri ed emozioni che affiorano nel momento del pasto.

Gradualmente impariamo  la consapevolezza del mangiare, del fatto che ci sono ben 9 tipi di fame differenti e che possiamo rallentare i nostri ritmi e concentrarci sui segnali del nostro corpo e della nostra mente.

Questo permetterà di avere un rapporto più autentico e sano con il cibo, senza tornare indietro.